MIXXTAPE – musica tra passato e presente

No, non voglio parlarvi né di hip-hop né di compilation degli anni 90. In effetti l’oggetto (perché di oggetto si parla) in questione gioca molto sull’assonaza col termine mixtape, forse proprio per il semplice fatto che sempre musica contiene. Mi sto riferendo a MIXXTAPE, il lettore musicale a forma di musicassetta nato da un’idea di Paul Burns e arrivato sul mercato grazie ad una raccolta fondi su Kickstarter. Come sempre, andiamolo ad analizzare con calma più da vicino.

Un iPod in cassetta

Ecco la prima versione presentata su Kickstarter

Come potete vedere dall’immagine, Mixxtape è un lettore musicale di file digitali che, oltre alla forma inusuale, presenta diverse caratteristiche interessanti. Innanzitutto supporta un numero decente di formati (MP3, FLAC a 16 bit, WMA, OGG, APE, WAV, AAC-LC e, nota di merito, gli audiolibri in ACELP), che legge dalla memoria esterna (espandibile fino a 128 GB, portati, nella nuova versione, a 256 GB) o interna (quest’ultima presente solo nel modello migliorato attualmente in vendita). È possibile selezionare il brano che si desidera ascoltare mediante i controlli touch e osservando le informazioni su uno schermo OLED (o sul più dispendioso, in termini di batteria, LCD presente sul vecchio modello), alimentato da una batteria da 300 mAh (330 nel modello presentato su Kickstarter). É presente una porta USB (USB/C nel modello revisionato), jack per le cuffie da 3,5mm, bluetooth (sia in uscita che in entrata) e… Testina trasduttrice di segnale elettromagnetico. Come, non sapete a cosa serva? Vi dico che é la stessa cosa contenuta nel’adattatore jack-cassetta (quello strumento nato dalla mente dell’ingeniere Larry Schotz che permette di collegare il proprio iPod all’autoradio a cassette). Sì, avete capito bene! Questa cassetta/lettore musicale può essere inserito nel vostro Walkman permettendovi di ascoltare la vostra musica preferita senza doverla registrare su musicassetta. In poche parole è funziona cassetta digitale.

É tutto oro quello che luccica?

Questo è il nuovo modello, attualmente in vendita.

La risposta è: praticamente sì. Con un intervallo di frequenze paragonabile a quello delle migliori musicassette di tipo IV (quelle contenenti particelle metalliche nella formulazione del mastro) che va dai 20 Hz ai 20 kHz (praticamente coprendo la soglia dell’udibile umano, contando che poche piastre di registrazione vanno oltre i 25 kHz e che già raggiungere i 20 con suono limpido non è impresa facile per un nastro) e con un rapporto segnale/rumore elevato (95 db contro i 50 db di un comune nastro) e una diafonia (cioè il fruscio digitale prodotto) pari a 50 db ha tutte le carte in regola per essere un sistema perfetto. E le note negative? Ebbene, in realtà ce ne sono due: il primo è che, purtroppo, attualmente è in vendita solo la versione revisionata con caratteristiche sì migliori ma disponibile solo ed esclusivamente con la scocca trasparente (che rende un po’ difficoltoso la lettura dei comandi, del display e che, probabilmente, tenderà ad ingiallire). Il secondo punto è che, per sua natura costruttiva, MIXXTAPE è compatibile solo con i mangianastri che non sono dotati di sensori di movimento del nastro, visto che non ha alcun nastro che scorre (sebbene le bobine siano libere di girare).

A dicembre 2019, il prezzo è di 100 € ogni singola unità, spedizione verso l’Italia esclusa. Attualmente (16 dicembre 2019) è in corso uno sconto del 25% con spedizione gratuita mondiale.

Il gioco vale la candela? Credo proprio di sì. Non ha componenti rivoluzionari in sé bensì rivoluzionaria è l’idea di mettere tutto assieme in un unico prodotto. E sulla cresta dell’onda del successo che le musicassette stanno tornando ad avere in questi anni, è semplicemente un ottimo prodotto ben riuscito presentanto nel modo giusto al momento giusto. Serviva veramente? Forse no, ma visto il successo della campagna Kickstarter e la presenza di ben due modelli, a quanto pare non sono in pochi quelli a volerlo. Rispolverate i vostri stereo, accendete i Walkman, preparate la colonna sonora di Ritorno al futuro e volume a palla!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...